ENEMY WITHIN: l’attrice italo-rumena Romina Di Lella nuovamente a Hollywood

Scene dal film ENEMY WITHIN

di Emilio Esbardo

Il 22 settembre 2016, a Hollywood, presso il “Regent Landmark Theatre” si è tenuta la prima mondiale del film ENEMY WITHIN, che vede protagonisti Romina Di Lella, Eric Roberts, William McNamara, Damian Chapa e Paulo Benedeti.


Un cast internazionale e la seconda avventura hollywoodiana per l’attrice italo-rumena Romina Di Lella, sotto la regia di Damian Chapa.

La stessa Di Lella ha curato anche la colonna musicale della pellicola.  

“ENEMY WITHIN” racconta la storia di un assassino seriale sadomasochista che si pone l’obiettivo di uccidere l’affascinante ballerina Concetta Masconi (Romina Di Lella). Al contrario una banda di “latinos” fa di tutto per aiutare Concetta ad avere successo nella sua professione. Alla protagonista viene affidata una scorta composta da due truffatori dilettanti.

TRAILER DEL FILM

HOMEPAGE DEL FILM: enemywithin-themovie.com  

Scene dal film ENEMY WITHIN

Scene dal film ENEMY WITHIN

Scene dal film ENEMY WITHIN

Il 27 maggio 2014 avevo assistito alla première berlinese del film “Love, Hate & Security”, prodotto da BBI Films, che racconta la storia di Giulietta di Messina, che contro il volere di suo marito, il banchiere senza scrupoli William Windsor, intraprende la carriera di cantante.

- Link della mia intervista del 27 maggio 2014 a Romina Di Lella

Figlia, di padre pugliese e madre rumena, entrambi emigrati a Berlino, Romina si è formata ed è cresciuta come attrice e cantante nella capitale tedesca, dove si fece notare per la prima volta per la sua partecipazione allo spettacolo “Liberté” presso il Teatro Potsdamer Platz. In Italia ha recitato accanto a Nicoletta Braschi e Franco Nero ed ha ottenuto una parte nel film televisivo “il bene oscuro”.

Romina Di Lella durante la première di “Love, Hate & Security” a maggio 2014 - FOTO: Emilio Esbardo

Ancor prima della première di ENEMY WITHIN il 22 settembre ad Hollywood, la stampa berlinese e non solo, ha dedicato articoli, pieni di elogio per la Di Lella. Ad esempio il titolo di Bild suonava: “Dalla pizza nel forno a legna ad Hollywood”. 

Presto si terrà anche la prima del film a Berlino. 

Share Button